Greg Colson


From: 2001-03-09
To: 2001-04-31


Nato a Seattle nel 1956; vive e lavora a Los Angeles. Ha tenuto mostre personali in numerosi spazi pubblici e privati come il Griffin Contemporary Exhibition (Venice, California); Angles Gallery (Santa Monica, California); la Kunsthalle Lophem (Bruges, Belgio); la Galleria Konrad Fischer (Düsseldorf, Germania) e il Lannan Museum (Lake Worth, Florida). Opere di Colson sono presenti nella collezione del Musem of Modern Art di New York e al Museum of Contemporary Art di Los Angeles, dell’Hirshhorn Museum di Washington D.C. e nella collezione Panza di Lugano. Colson esprime un singolare trait d’union tra il mondo dell’arte e quello delle scienze matematiche e statistiche, osserva la realtà creando immagini che dimostrano interesse nei confronti di istanti apparentemente casuali. Le sue opere sono veri e propri grafici a torta (“Pie Charts”) che rappresentano, a seconda dei casi, i desideri degli americani (Most Frequent Daydream Survey), i profitti industriali del paese (Corporate Profits by Industry) o la percentuale di medici che opera nei diversi settori (Practicing Physicians) e sono realizzate con materiali di riciclo, su tondi di legno o masonite in cui prende forma l’aspirazione americana ad un universo ordinato e conoscibile che si differenzia nei colori e nei materiali scelti: uno sguardo sociologico personale della società americana con risvolti talvolta critici e provocatori nei confronti del mondo in cui vive.

© Galleria Cardi