Coming soon:
Domenico Bianchi

From: 2011-03-23
To: 2011-04-23


DOMENICO BIANCHI GALLERIA CARDI PIETRASANTA Inaugurazione: sabato 23 aprile 2011 ore 19 Durata della mostra: 24 aprile – 5 giugno 2011 Orari della galleria: ven 16-20 / sab-dom 11-13 e 16-20 La Galleria Cardi di Pietrasanta è lieta di annunciare la mostra personale dell’artista Domenico Bianchi (Surgola FR 1955 - vive e lavora a Roma). L’intervento si compone di una teoria di 21 lavori, realizzati appositamente per lo spazio espositivo, che costruiscono una geometria unica che avvolge le pareti della Galleria. La varietà di materiali con i quali l’Artista si esprime è tenuta insieme dalle dimensioni del supporto. Opere rigorosamente proporzionali fra loro, atte a creare una gamma di combinazioni pressoché infinita, si snodano lungo i muri perimetrali lasciando il ‘centro’ libero di esistere come luogo degli accadimenti. Dicotomia fra centro e intorno tipica dei lavori di Bianchi, in cui serrati frammenti di scacchiere sono invasi da geometrie centrifughe che li travolgono e da cui prendono vita. Il cerchio, come generatore di esistenza e di moto, fluttua al centro degli intarsi in cera, degli intagli in legno o delle xilografie in tiratura unica su carta. I lavori in cera fatti di incastri caliginosi, sottolineano per contrasto cromatico le valenze del pigmento, quale base del colore. Quelli in legno sono impreziositi dalla foglia d’argento che si adagia sulla superficie, esaltandone fibre e nervature. Le xilografie, rese espressive dal taglio netto della matrice, imprimono su carta fatta a mano la complessa gamma di neri della china. Sono i materiali l’origine espressiva del lavoro di Bianchi, la loro manipolazione, l’esaltazione delle caratteristiche intrinseche, gli accostamenti eseguiti con una ricerca estetica così raffinata e rarefatta da contribuire a ri-definire un senso del bello, non necessariamente basato sulla figurazione. La precoce attività espositiva di Domenico Bianchi, che prende avvio a soli 22 anni a New York, trova nuovo impulso quando alla fine degli Anni ’70 si lega agli esponenti della Scuola di San Lorenzo, attivi presso il complesso dell’ex Pastificio Cerere a Roma. Con essi condivide la nuova filosofia d’uso dei materiali nell’arte e la ricerca approfondita sul tema dell’astrattismo. L’inarrestabile ascesa della sua carriera artistica lo porta a poter vantare oggi importanti presenze in collezioni pubbliche: Castello di Rivoli - Museo d’Arte Contemporanea, Rivoli (To); Centre Pompidou, Paris, FR; GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino; MAMbo - Museo d’Arte Moderna, Bologna; MACRO - Museo d’Arte Contemporanea, Roma; MADRE - Museo d’Arte Contemporanea Donna Regina, Napoli; MOCA - The Museum of Contemporary Art, Los Angeles, USA; MoMA - The Museum of Modern Art, New York, USA; Paul Getty Museum, Los Angeles, USA; Stedelijk Museum, Amsterdam, NL.

© Galleria Cardi