Bernardi Roig, shadows must dance
VENEZIA, CA’ PESARO, GALLERIA INTERNAZIONALE D’ARTE MODERNA

From: 2009-06-05
To: 2009-11-08


Bernardì Roig ha lavorato a lungo negli spazi di Ca’ Pesaro, selezionando dalla vasta collezione del museo opere in grado di stabilire un rapporto con la sua produzione: è così che, costruendo un itinerario originale, ha dato vita a nuove articolazioni di senso con cui reinventare le opere stesse e il luogo che le custodisce. L’opera di Bernardì Roig è una riflessione sulla condizione dell’uomo contemporaneo, sull’isolamento, sul desiderio e l’immortalità. Indipendentemente dai mezzi utilizzati – scultura, disegno, video – le sue creazioni ruotano intorno a due concetti chiave: la prigionia del corpo e l’impossibilità della visione. Le note sculture bianche dell’artista – realizzate mediante calchi di persone reali - propongono un percorso in cui la memoria dell’immagine gioca un ruolo fondamentale. L’opera di Roig potrebbe dirsi un calco di un'umanità al limite, in un tempo che soffre la perdita della memoria storica e dell’identità. L’incapacità di cogliere nuove immagini costituisce il tema dominante che trova nella luce una metafora concreta: lampade, insegne luminose, tubi fluorescenti ingabbiano i suoi soggetti, abbagliandoli. Da qui l’artista esplora le dinamiche del voyeurismo e la dimensione inquietante dell’immaginario artistico, rivisitando i miti classici, l’iconografia barocca, il memento mori, filtrati attraverso i topos del pensiero postmoderno. Un dialogo attivo tra immagni del presente e del passato genera una trama di significati inediti e una nuova dinamica emozionale. Questo è Shadows Must Dance: un progetto espositivo concepito espressamente per Ca’ Pesaro da Bernardí Roig, uno degli esponenti più importanti della scena artistica spagnola contemporanea. Quindici sue opere - principalmente sculture, ma anche installazioni, disegni e video - realizzate negli ultimi quindici anni vengono messe in relazione con gli spazi e i capolavori del museo. La mostra è una coproduzione tra Fondazione Musei Civici di Venezia e IVAM (Institut Valencià d'Art Modern) con la collaborazione della Galleria Cardi di Milano. Curata da Consuelo Ciscar e Silvio Fuso, da un progetto dello stesso Roig con Maurizio Caldirola e Daniele Sorrentino è realizzata in concomitanza con la 53ma Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale e sarà ospitata a novembre a Valencia. La mostra è corredata da un Catalogo IVAM, contenente un’ampia documentazione fotografica in situ e saggi di Consuelo Ciscar, Silvio Fuso, Fernando Castro, Guy Gilsoul, Demetrio Paparoni, Daniele Sorrentino, George Stolsz.

© Galleria Cardi